Stampa

PsicheAcroasis

Per un ascolto alla persona e alle organizzazioni.

Questo è il portale dedicato alla Psicologia, alla Psicoterapia.

Psiche, dal greco ψυχή,  si allaccia  all'idea di 'soffio' e cioè del respiro vitale;  i greci indicavano con questo termine l'anima in quanto originariamente identificata con il respiro; per questo, il concetto  di psiche  coincide con quello  di anima.  " Nella psicologia moderna (e anche nell'uso comune) la psiche è intesa come il complesso delle funzioni e dei processi che danno all'individuo esperienza di sé e del mondo e che ne informano il comportamento." (Riccardo Zerbetto)

Acroasis,  invece, dal greco "ascoltare", si intendeva talora   la scuola dove i declamatori ed i poeti facevano udire le loro composizioni, altre volte il termine veniva utilizzato per  indicare la Sala di Udienza nel Pretorio.

Ecco da dove nasce il nome di questo Centro che vuole anche on line, in modo virtuale, dare Udienza ed Ascolto alla voce di noi tutti attraverso  idee, news, approfondimenti, risposte, idee fornendo validi strumenti di conoscenza e di sensibilizzazione per la giusta interpretazione dei processi di vita personale e della relazione interpersonale e di gruppo.

Per poter partecipare alla vita di queste pagine e di questi spazi come prima cosa, iscriviti, indicando un tuo username o il tuo nome e una tua password. Potrai utilizzare in questo modo il forum, ricevere la newsletter, utilizzare l'agenda on line per prenotare un appuntamento o prendere visione degli eventi in calendarizzazione, consultare la biblioteca on line e gli articoli, o chiedere informazioni ma soprattutto inserire i tuoi commenti ed i tuoi suggerimenti.

Vieni?

Share
Stampa

Perdono

Il perdono è un atto di consapevolezza che porta l'individuo a rinunciare al rancore, a fronte di una nuova relazione, senza per questo negare il torto che sente di avere subito.

Un processo vero e proprio, il perdono, che passa dalla rinuncia della vendetta, quale risposta al danno "vissuto", per aprirsi poi verso un'accoglienza dell'altro in una nuova dimensione ed in nuovo spazio mentale.

Presuppone umiltà, riconoscimento dei limiti propri ed altrui e rinuncia alla disputa considerando la stessa come atto di difficoltà e debolezza che spesso viene da lontano, in alcuni casi da vecchi conflitti infantili familiari.

Se accettato il perdono si esprime attraverso un amore incondizionato, un atto di benevolenza,  con la caratteristica di essere esente da  ritorni di vissuti spiacevoli. Per perdonare dobbiamo riconoscere la possibilità di errori di giudizio quale un limite possibile nostro e dell'altro.  

Share